2014: un anno di IAC

Non so come mi sia venuta l’idea, ma dopo quasi 12 anni di assenza, a gennaio 2014 ho deciso di rimettere in servizio la mia vecchia stazione a 1296MHz.

L’occasione per il ritorno in radio è stato il contest IAC, un torneo lungo 12 tappe. Il QTH è Boretto, piccolo paese noto per le scene dei film di Peppone e Don Camillo.. per la radio non è proprio un posto che uno sceglierebbe, nel mezzo della pianura e “protetto” dagli alti argini del Grande Fiume, ma almeno è aperto a 360°…

Bene, pronti, via!

Far ripartire la vecchia stazione non è stato immediato. L’amplificatore con le 3CX100 (usato nel 2001 per le celebrazioni marconiane dal radiotelescopio di Medicina) ha richiesto una certa manutenzione alla parte idraulica, mentre il transverter, un “vecchio” DB6NT MK2, si è destato dal lungo letargo senza problemi.

100_8510
Transverter, PA, alimentatore, commutazioni e Bird
100_8511
Serbatoio e pompa acqua di raffreddamento delle 3CX100

Ho dovuto cambiare qualcosa nelle commutazioni: l’ultima volta usavo il mitico IC202, mentre oggi sarebbe stato FT-817 a fare da IF.

100_8513
Yaesu FT-817 come IF @ 144MHZ

Per la prima uscita a gennaio quindi, sono partito in condizioni minimali: 15W e una log periodic Create e cavo 3/8 bassa perdita. Nonostante questo, qualche buon QSO è arrivato e così ho continuato nel ripristino.

100_8030
Log periodic 105-1300MHz della Create

A febbraio sono tornato QRO con 120W e ho rimontato la mia 69elementi, autocostruita 20 anni fa e che tante soddisfazioni mi diede negli anni 90 e mi aiutò ad arrivare 2° nei trofei ARI ad inizi anni 2000.

100_8071
69 elementi Yagi, 5,1m boom, autocostruita

Il cavo poi è diventato un 1/2″ da 14mm, flssibile.

Durante l’estate ho modificato l’817 per estrarne la IF e “vederla” con FunCubeDongle e HDSDR.

100_8512
Fun Cube Dongle Pro Plus usato sulla IF del 817 come panadapter

A novembre ho fatto l’ultimo upgrade: abbandonato i 25m di 1/2″ flessibile per un 14m di 1/2″ da 16mm. Nulla di sconvolgente, ma 1-2dB li ho recuperati.

Col passar dei mesi ho scoperto quanto il mondo fosse cambiato e con esso il modo di fare radio. Tanta chat, anche purtroppo per QSO a breve distanza e l’airplane scatter.

Confesso… ho fatto fatica ad abituarmi e mi ci sono voluti mesi per organizzarmi un poco, apprendere quel minimo di manualità e tecnica operativa necessaria e ritrovare un poco di spirito competitivo da contest. In fondo la mia stazione è sistemata in un ritaglio del tavolo che uso come laboratorio. Ben lontana quindi da certi comodi layout da contest.

100_8515
Il mio shack, nell’angolo del laboratorio

Anche le stazioni sono in genere molto migliorate. Molti usano parabole. Andare oggi con una Yagi è un po’ come fare una gara di pesca con una canna quando tanti usano le reti.  I 200-600W non sono più una fatto “esotico” da lunatici e ottimi preamplificatori e ricevitori sono diffusi.

Quindi? Quali risultati si possono ora ottenere oggi con una “normale” stazione, con media potenza, hardware datato, singola yagi e posizionata nel bel mezzo della pianura? Ci si può ancora divertire e fare qualche bel QSO? Vediamolo assieme…

12 partecipazioni allo IAC 2014

199 QSO con ben 67 diverse “initials”:

Call signn°QSO
I1KFH11
IK2OFO11
IW1CKM11
I1GPE10
IK2ILG9
I1BID8
IK3ESB8
IK3GHY8
I1ANP/16
IZ1OKG/16
IZ4BEH6
IK2RTI5
IK3HHG5
IZ2DJP5
DK3SE4
HB9SV4
I0FHL4
IK1ZOF4
IW3HRT4
F5VKV3
HB9BCD3
I1LJV3
IW1ANL3
IW1ANL/13
IW4CPP3
IZ4JMU3
DF9IC2
DJ5AR2
IW2MBA2
IW2MQM2
IZ4COY2
IZ4JIF2
IZ4OSG2
DB6NT1
DL3IAE1
I1VXA/11
I1WWE/11
I3LDP1
I3NGL1
I4CIV1
II1XC1
IK0HWJ1
IK1NQY1
IK2CFR1
IK2ILG/21
IK2LDA1
IK2OFO/11
IK2UTZ1
IK2YXP1
IK3COJ1
IK4ADE1
IQ2LS1
IQ3VO1
IU1AOM/11
IW1CTL1
IW1GBG/11
IW2JKG1
IZ1GDX/11
IZ1NQY1
IZ1YUY/11
IZ2ZTR1
IZ3KSS1
IZ4AFV1
IZ4RYB1
OK1TEH1
S50C1
S50J1

2 field e 16 squares lavorati con una distribuzione dei QSO come sotto riportato

  JO50 JO70
 JN49   
 JN48   
JN37    
     
JN35JN45JN55JN65 
JN34JN44JN54JN64 
JN33  JN63 
  JN52  
   JN61 

 

Squaren°QSO
JN4582
JN5528
JN4419
JN6517
JN5416
JN3513
JN524
JN333
JN493
JN342
JN482
JN642
JN611
JN631
JO501
JO701

con una distribuzione del QRB:

QRBn° QSO
0-10038
100-200107
200-30038
300-4009
400-5002
500-6003
600-7002

Con un best DX colto proprio in extremis di 653km!

Il tutto è riassunto su questa mappa:

IAC2014

Che dire.. in 23cm nulla è scontato e nulla è regalato. Ogni QSO ha bisogno di pazienza, tecnica, mezzi e un pizzico di buona sorte.

Ed ecco il suggello della classifica ufficiale:

2014_IAC_Annuale_1k3

Con un terzo posto assolutamente inaspettato e primo fra gli utilizzatori di Yagi.

Morale: anche oggi è possibile con mezzi “non modernissimi o impegnativi” fare cose buone, prima delle quali, il “divertirsi”!

Un caloroso ringraziamento va ovviamente a tutti quelli che sono stati in radio, che mi hanno collegato, che mi hanno insegnato tanto!

Vy 73, Pierluigi

 

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.